SERVIZIO CLIENTI: 0143-1509770

Benvenuto su Onlywood

Casetta in legno: Blockhose o pannelli? Consigli per il fai da te

CASETTE IN LEGNO: Come si montano? E dove?

Le casette in legno in kit di medio-piccole dimensioni sono studiate per il montaggio fai-da-te, ecco solo qualche chiarimento prima di gettarvi nella scelta.

- Le casette, ripostigli, garage, sono in kit di montaggio completo di istruzioni e ferramenta, studiato apposta per permettere a chiunque di montare la struttura. Ciò nonostante questo tipo di prodotto è più “grezzo” a livello di materiali e finitura rispetto ad un mobile da interno, in altre parole non aspettatevi un montaggio stile Ikea, ma può richiedere leggere modifiche ed adattamenti.

- Se volete procedere da soli procuratevi la giusta attrezzatura: di solito basta un avvitatore a batteria, un martello e dei morsetti per aiutarvi nel tenere i componenti tra loro mentre li fissate

- Se non volete o potete avventurarvi nel montaggio della vostra casetta da soli, scegliete il professionista giusto; diffidate di muratori e carpentieri “capaci a fare tutto” ma anche dei falegnami tradizionali, che spesso NON conoscono i materiali da esterno. Il professionista ideale quindi sono i giardinieri specializzati in realizzazioni e manutenzione di spazi esterni, potete trovare sicuramente dei nominativi presso i vivai, agrarie ed ovviamente online.

- Le casette a pannelli sono decisamente più facili da montare rispetto a quelle ad incastro stile blockhouse (leggi sotto le differenze tra i 2 sistemi).

- Le casette con tetto già isolato con carta catramata sono molto più semplici e veloci da montare rispetto ad una guaina da fissare a caldo con cannello a gas; spesso il tempo impiegato a fissare la guaina è uguale a quello del montaggio della casetta! Bisogna però sapere che la guaina in mantolamina fissata a caldo dura molto di più di qualsiasi carta catramata ed ha un isolamento migliore, quindi dipende molto da qual è l’uso e l'aspettativa che avete dalla vostra casetta. Naturalmente si può anche pensare di utilizzare la guaina in un secondo momento.

COME SI POSANO LE CASETTE ONLYWOOD?

 Le casette in legno Onlywood  di piccole e medie dimensioni sono sempre fornite in kit, ovvero arrivano a casa vostra in un imballo,

contenente tutti gli elementi in legno, la ferramenta, i serramenti (se previsti nel modello acquistato) e naturalmente un foglio di istruzioni illustrato con le fasi di montaggio.

Il montaggio di una casetta di dimensioni ridotte fino a 250 x 250 cm non è un’operazione complicata: in media il tempo necessario è di un giorno circa. Occorrerà l'impiego di almeno due persone  poichè una dovrà tenere in piedi i vari elementi, mentre l'altra li fisserà insieme (in particolare per quanto riguarda gli elementi più lunghi come i travetti che reggono il tetto).

Il basamento: le casette in legno devono necessariamente poggiare su una base pianeggiante e solida. Nel caso non sia disponibile una superficie compatta come cemento o piastrelle, è possibile poggiare la casetta direttamente sul terreno, posizionando prima uno strato di ghiaia ben battuto. Utile anche aggiungere uno strato di tessuto non-tessuto, per tenere compatto il fondo e per evitare la crescita di erba sotto la casetta (o dentro se avete scelto un modello senza pavimento!)

Se dovete ancora realizzare la base in cemento o autobloccanti fate in modo che la larghezza della base sia inferiore a quella del tetto della casetta; in questo modo eviterete l’effetto “rimbalzo” della pioggia cadente dal tetto che può danneggiare le pareti. Per esempio se acquistate una casetta con larghezza tetto 200 cm, realizzate una base non più grande di 195 cm.

I garage o box in legno di solito NON hanno pavimento interno e vanno posizionati tassativamente su una basa solida come asfalto o cemento, questo per permettere il ricovero di pesi notevoli come auto, moto, trattori e macchinari agricoli, ecc.

 

.

Se dovete ancora realizzare la base in cemento o autobloccanti fate in modo che la larghezza della base sia inferiore a quella del tetto della casetta; in questo modo eviterete l’effetto “rimbalzo” della pioggia cadente dal tetto che può danneggiare le pareti. Per esempio se acquistate una casetta con larghezza tetto 200 cm, realizzate una base non più grande di 195 cm.

 

TIPI DI CASETTA: A PANNELLI O AD INCASTRO BLOCKHOUSE?

Non esiste una regola precisa per la scelta della casetta in legno ideale, ma dipende da diversi elementi come il tipo di utilizzo, dalle dimensioni disponibili e naturalmente anche dal prezzo. Di seguito le caratteristiche principali delle due tipologie.

 

CASETTA A PANNELLI

  • - Montaggio semplice e veloce
  • - Numero di pezzi  inferiore e con dimensioni più piccole (caratteristica vantaggiosa se si devono portare a mano le varie parti della casetta su scale o ascensori)
  • - Facilmente modificabile (sempre con l'aiuto di un falegname o un esperto del fai da te)
  • - Prezzo contenuto

 

 

 

CASETTA AD INCASTRO

  • - Esteticamente più curata (ricorda vagamente uno chalet di montagna)
  • - Pareti più spesse, quindi maggior coibentazione e resistenza
  • - Possibilità di montaggio senza pavimento interno (dove non compreso)
  • - Prezzo variabile
  • - Anche grandi dimensioni uso semi-abitativo

 

 

ATTENZIONE ALLE MISURE: Le casette Blockhouse hanno il dente dell'incastro sporgente su tutti e 4 i lati, quindi quando trovate indicate le dimensioni esterne NON sono quelle delle pareti ma appunto quelle compresa sporgenza, quindi circa 16 - 24 centimetri in più rispetto alle pareti.

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

Casette ad incastro

Nel kit ad incastro ogni perlina orizzontale è formata da un listone in legno maschiato alle due estremità; il cliente riceve quindi decine di listoni da incastrare uno ad uno con l'ausilio di un martello di gomma, senza bisogno di chiodi o ferramenta. Le casette ad incastro, richiedono quindi maggior tempo e pazienza rispetto a quelle a pannelli, ma a risultato utimato sono esteticamente più gradevoli.

1. Posizionare a terra su fondo piatto le assi perimetrali e centrali che fungono da fondamenta. Collocare sulle suddette il tavolato del pavimento. I modelli senza pavimento poggiano le pareti direttamente sul fondo.

2. Partendo dal basamento realizzato, montare ad incastro le perline costituenti le pareti

3. Inserire e collegare alle pareti le finestre e le porte già comprese nel kit di montaggio della casetta richiesta

4. Fissare alle pareti i timpani di testata e negli appositi incastri i travetti a sostegno del tavolato di copertura

5. Completare infine la casetta posizionando sui travetti il tavolato e le perline di coronamento. L'impermeabilizzazione della copertura può essere completata con mantolamina ardesiata, tegole canadesi oppure onduline 

Casette a pannelli

Tutte le pareti che formano il kit sono fornite in pannelli preassemblati, da unire semplicemente e velocemente al pavimento concludendo con il tetto. Questo sistema permette a chiunque di costruire velocemente la propria casetta, garantendo al tempo stesso robustezza e durata. I kit a pannelli dispongono di una vasta serie di accessori e personalizzazioni; inoltre su richiesta è possibile valutare misure diverse da quele indicate sul sito.

1. Posizionare a terra su fondo piatto le assi perimetrali e centrali che fungono da fondamenta. Collocare sulle suddette il tavolato del pavimento. I modelli senza pavimento poggiano le pareti direttamente sul fondo.

2. Partendo dal basamento realizzato, porre in opera e fissare i pannelli costituenti le pareti

3. Aggiungere i pannelli con porte e finestre, compresi nel kit di montaggio come da ordine cliente

4. Fissare alle pareti i timpani di testata e negli appositi incastri i travetti a sostegno del tavolato di copertura

5. Completare infine la casetta posizionando sui travetti il tavolato e le perline di coronamento. L'impermeabilizzazione della copertura può essere completata con mantolamina ardesiata, tegole canadesi oppure onduline

 L'ISOLAMENTO DEL TETTO

Come spiegato ad inizio articolo i modelli principali di casetta in legno possono avere il tetto isolato o con semplice carta catramata oppure con una guaina isolante spessa, da fissare a caldo con cannello a gas.

In alternativa potrete inchiodare la guaina al tetto, facendo però attenzione a tenerla ben tesa e non lasciare spazi vuoti tra tetto e guaina, per evitare che il vento possa alla lunga strappare la guaina.

Inoltre per un maggior impatto visivo troverai un'ampia gamma di coperture in "Accessori per casette da giardino" che ti permetteranno di personalizzare la tua casetta come desideri con tegole canadesi, onduline ecc...

Se fissate la guaina al tetto senza usare il sistema a caldo (metodo frequentemente utilizzato) cercate in una ferramenta professionale dei chiodi o viti con testa isolante, per evitare infiltrazioni d’acqua.  

 

IL MONTAGGIO IN ZONE VENTOSE

Le casette in legno non hanno bisogno di essere fissate al terreno, in quanto il loro peso e la loro struttura sono sufficienti a tenerla ben salda al terreno in presenza di vento normale (considerate che una casetta di piccole dimensioni pesa già 150 Kg a vuoto).

Tuttavia in zone particolarmente esposte a vento continuo molto forte o a rischio di raffiche improvvise, le casette in legno, ed in particolare quelle ad incastro, richiedono una protezione maggiore; in questo caso è utile utilizzare dei cavi in acciaio con relativi tenditori, che si trovano in una qualsiasi ferramenta specializzata in modo da vincolare il tetto al terreno.

 

CASETTE IN LEGNO

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Rimani sempre informato sulle nostre Offerte in esclusiva e le Novità in anteprima assoluta!