SERVIZIO CLIENTI: 0143-1509770

Benvenuto su Onlywood

Il legno impregnato in autoclave è brutto?

 

Stai per ordinare un prodotto in “legno autoclave” ma hai paura di cosa vuol dire? O hai ricevuto un prodotto da esterno “macchiato e pieni di muffa” e sei deluso ed arrabbiato? Tranquillo, questa pagina ti spiega tutto.

La maggior parte dei prodotti da giardino che trovi sul mercato (in Italia) sono realizzati in legno di Pino impregnato in autoclave (oppure legno di Abete nei prodotti super economici da Brico); possono essere chiamati in vari modi dai produttori (legno trattato, autoclave verde, ecc) ma la sostanza è sempre la stessa: si tratta di legno tenero ed economico (il 90 % delle volte Pino, restante Abete) che viene sottoposto ad un trattamento in immersione per aumentare la resistenza agli agenti atmosferici nell’uso in esterno.

 In rete e sui cataloghi dei produttori trovi decine di pagine di spiegazioni tecniche su questo procedimento e sui suoi innegabili vantaggi per la durata del legno, con foto di stabilimenti, grandi botti dove viene immerso il legno per il trattamento, ecc ma spesso non viene evidenziata l’altra faccia della medaglia: il legno di pino impregnato in autoclave è “brutto” a vedersi!

Queste foto sono esempi reali di come alcuni prodotti in legno di Pino trattato in autoclave possono presentarsi al loro arrivo, in particolare se si tratta di prodotti realizzati con perline di spessore 1-2 centimetri, quindi Armadi, Legnaie, Fioriere, pannelli frangivista  e grigliati, ecc, ecc.

Il trattamento in autoclave (se effettuato correttamente) infatti produce le inevitabili macchie grigio verdi più o meno evidenti dovute all’essicazione del trattamento stesso e spesso scambiate per muffa; si tratta invece di un effetto collaterale dovuto proprio al trattamento in profondità, che con l'essicazione fuoriesce dal legno. Questo effetto a macchia testimonia quindi che il nostro legno è protetto dall’azione di agenti atmosferici e muffe, ma naturalmente non è il massimo per l’estetica!

 

 

Questo però non è un difetto, anzi! Come detto questo è dovuto al trattamento in autoclave, l’unico che garantisce la durata nel tempo, soprattutto se eseguito in maniera professionale con relativa certificazione in classe 3 o addirittura classe 4 (il massimo). Se acquistate un prodotti in Pino al naturale o con trattamento non certificato e quindi solo superficiale non avrete questo effetto visivo, ma la durata del prodotto esposto all'esterno sarà drasticamente diversa, potrà durare giusto qualche anno contro i 15 circa dei prodotti a impregnazione certificata. In altre parole prodotti non professionali sembrano più belli appena comprati e di solito hanno anche prezzo più basso, ma durano molto meno nel tempo, è questo che stai cercando?

 

Se proprio non volete vedere queste chiazze e differenze di colore sui manufatti in legno di pino trattato autoclave fondamentalmente avete 2 soluzioni:

- Verniciare a pennello con impregnante o vernice da esterno il vostro prodotto, possibilmente scegliendo un colore scuro in modo che copra l’effetto muffa (oppure usare una vernice molto coprente, tipo quelle al quarzo usata per le barche).

 

 

- Aspettare…l’aiuto del sole! L’esposizione all’esterno infatti fa ingrigire in tempi più o meno rapidi in base al meteo il legno di pino, rendendo il colore uniforme su un grigio-cenere (naturalmente potete sempre verniciarlo in qualsiasi momento)

Altro aspetto da conoscere nel legno di pino impregnato è la fessurazione, in particolare nei pali tondi utilizzati per staccionate, steccati, pergole, ecc…anche in questo caso è un fenomeno inevitabile che non influisce sulla tenuta del manufatto.

Non siete convinti e volete evitare tutto questo? Un ulteriore alternativa è andare su essenze legnose diverse dove possibile, ad esempio per quanto riguarda pali, pavimenti , arredo giardino…considerando però un budget di spesa decisamente diverso!

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Rimani sempre informato sulle nostre Offerte in esclusiva e le Novità in anteprima assoluta!