SERVIZIO CLIENTI 0143 - 1509770/71

Benvenuto su Onlywood

COME POSARE I PAVIMENTI IN LEGNO DA ESTERNO

22 aprile 2021 | Pavimento da Esterno

In questo articolo, proviamo a fare luce su alcuni aspetti della posa di un pavimento in legno per esterno a listoni o decking, senza la pretesa di essere un manuale tecnico, ma solo un aiuto alla scelta del prodotto e degli accessori corretti presenti sul mercato e nell’assortimento di Onlywood.it!

Pavimento in legno da esterno con listoni deckingPavimento in legno da esterno con listoni decking

 

Posare i pavimenti da esterno: il Decking

Prendiamo in esame il decking, ovvero pavimento in doghe o listoni di legno con posa tradizionale. Pavimenti a mattonelle o ad incastro, ovviamente non seguono queste regole.

Onlywood.it si occupa esclusivamente di prodotti in LEGNO e derivati: pavimenti in WPC composito e simili hanno regole di posa diverse, ma non trovano spazio sulle nostre pagine.

 

Pavimento da esterno listoni

Prima

 

Pavimento da esterno listoni

Dopo

 

Prima di scegliere ed acquistare un pavimento in legno per esterno, le domande che i clienti ci fanno sono sempre le stesse:

- Posso posare un pavimento in legno da esterno da solo?

- Che sottofondo ci vuole? Posso posarlo anche in un terrazzo o in un prato?

- Che tipo di accessori per la posa devo scegliere?

  

Non esiste una risposta univoca a queste domande perché, ovviamente, le risposte dipendono da tante variabili, in linea di massima si può dire:

- Posare fai da te un pavimento in legno in esterno NON è un’operazione semplice: se non si ha un’ottima manualità e se la superficie è medio/grande (superiore a 20-30 Mq), meglio rivolgersi ad un professionista oppure scegliere una soluzione più semplice come le mattonelle autoposanti Onlywood.

NB: per professionista non si intende un generico “falegname” o “posatore di parquet”, ma personale specializzato nell’installazione di opere in giardino o terrazzo. Il legno da esterno ha infatti regole e logiche completamente differenti da parquet o serramenti di casa!

- Con la giusta unione tra doghe di legno ed accessori e una posa corretta a regola d’arte (vedi punto sopra), un pavimento in legno si può posare (quasi) dappertutto!

 

I listelli, per reggere ll pavimento, vanno posizionati a 45 centimetri massimo di distanza tra loro, che diventano 30 circa se la superficie è molto grande (oltre 100 Mq), se sono previsti carichi localizzati pesanti (esempio diverse basi per ombrelloni o un forno/barbecue in muratura.

 

 

Ne consegue che in media per ogni metro quadrato di parquet da esterno occorrono circa 2,5 metri lineari di sottostruttura, riassumendo:

Calcolo sottostruttura = Metri quadrati pavimento x 2,5

Ad esempio per un terrazzo da 40 metri quadrati avremo bisogno di circa 100 metri LINEARI di sottostruttura per la posa.

 

Posare con clip o con viti?

Esistono principalmente due metodi di posa per decking, uno avviene per mezzo di viti e l'altro con clip in acciaio. Esteticamente la differenza salta subito all'occhio poichè le viti risultano ben visibili sul listone, mentre le clip sono nascoste all'interno e quindi apparentemente invisibili.  

POSA CON VITI

Questa è la classica posa usata da sempre e adatta a qualsiasi tipo di pavimento. E' OBBLIGATORIA ed indispensabile per tutti i tipi di legno che hanno una scarsa stabilità dimensionale, per prevenire curvature e sollevamenti. Risulta veloce ed economica: il listone non avrà bisogno di lavorazioni precedenti all'installazione, ma solo di una semplice preforatura per facilitare l'inserimento delle viti. L'occorente necessario per questo tipo di posa sarà quindi:

- listelli sottostrutturaindispensabili per qualsiasi tipo di posa, sono dei listelli in legno da posare traversalmente al pavimento (distanza massima tra i listelli 40 centimentri). Vengono chiamari anche magatelli. I listelli sono presenti come accessorio per ogni parquet da esterno presente sul sito Onlywood.it.

- viti in acciaio inox, reperibili in qualsiasi ferramenta

Lo svantaggio è soprattutto estetico, in quanto le viti e relativi fori resteranno visibili, anche se in commercio esistono viti di diversi colori per mimetizzarle con il pavimento. La posa con viti risulta indispensabile per le seguenti tipologie di legno: abete, pinolarice, douglas, angelin amargosogarapà e iroko.

Indeciso sulla scelta del materiale del pavimento in legno per esterno? Clicca QUI per l'eggere l'articolo Onlywood dedicato!

 

 

POSA CON CLIP

Questo tipo di posa è esteticamente più piacevole, grazie al fatto che le clip saranno posizionate sotto ai listoni e quindi non visibili all'occhio. Può essere, però, applicata solo su legni duri e ad elevata stabilità dimensionale come ipè, teak, bamboo, frassino termotrattato e massaranduba. Inoltre, sarà necessaria una fresatura del listone precedente all'installazione per permettere l’incastro delle clip. 

Esistono due tipi di posa con clip: SIMMETRICA e A SCOMPARSA. La prima necessita della fresatura uguale sui due lati; in questo caso nel risultato finale i listoni avranno una via di fuga di alcuni millimetri. Per la posa a scomparsa, la fresatura sarà maschio-femmina, come il parquet tradizionale, e quindi anche l'effetto finale sarà simile a quello parquet (senza vie di fuga) con i listoni attaccati tra di loro. 

L'occorente necessario per la posa con clip sarà quindi:

- listoni fresati, a seconda del tipo di posa con clip che si desidera 

-listelli sottostruttura (indispensabili per qualsiasi tipo di posa, sono dei listelli in legno da posare traversalmente al pavimento. Distanza massima tra i listelli 40 centimentri. Vengono chiamari anche magatelli)

- clip in acciaio inox

- viti in acciaio inox, reperibii in qualsiasi ferramenta

 

Il video Ravaioli, azienda leader nei pavimenti da esterno e scelta dai migliori professionisti del legno, illustra in dettaglio i due metodi di posa sopra elencati:

 

 

POSA SOPRAELEVATA 

Il pavimento in legno per esterno o decking può essere posato sopraelevato anche su terreno instabile e ad un’altezza variabile da terra per rispondere ad esigenze particolari. L'altezza finale da terra del pavimento per esterno può variare da pochi cm, nel caso di un piccolo patio, fino ad altezze di 1 o 2 metri per usi particolari.


Un esempio? Pavimentare una piscina fuori terra con un pavimento in legno, creando intorno ad essa una terrazza rialzata comoda ed accessibile con una scaletta che si trasforma in un'elegante zona relax per ospitare sdraio, ombrelloni, tavolini e...i vostri amici! Questa zona sopraelevata può essere poi cintata con pannelli grigliati o frangivista per garantirvi privacy e sicurezza.

 
La lavorazione sarà molto semplice: basterà creare un soppalco e infine posizionare il decking in listoni prescelto. In pochi passi e con il minimo lavoro, realizzeremo uno spazio per godere al meglio della nostra piscina fuori terra. Il pavimento sopraelevato è adatto ad altri svariati utilizzi: è possibile creare palcoscenici da esterno, verande per case mobili e roulotte e molto altro. Lasciamo a voi scatenare l'immaginazione e contattarci per qualunque idea o dubbio.

 

 

Operazioni principali per creare un pavimento sopraelevato in esterno

Realizza dei pali montanti sul terreno dell'altezza voluta, in legno o cemento. Questi montanti devono essere fissati in maniera solida al suolo, se possibile su base in cemento o comunque solida e tassellato con apposite staffe. Se non è possibile l'uso del cemento i pali montanti devono essere conficcati nel terreno in profondità di almeno 30 - 40 cm. Una volta realizzata tutta la struttura, comunque il peso stesso del pavimento terrà ferma la struttura. 

 Il diametro dei pali montanti se realizzati in legno dev'essere di almeno 12 cm, in legno di Pino impregnato autoclave con certificazione! La distanza tra i pali montanti dev'essere di 50 - 60 cm.

 - Se il peso che il pavimento sopraelevato dovrà sostenere non è ecessivo, è sufficiente fissare sui montanti i listelli sottostruttura o magatelli (distanza tra i listelli consigliata 45 cm), e successivamente fissare in perpendicolare il pavimento per esterno. Se invece si vuole realizzare una struttura estremamente solida meglio utilizzare una struttura incrociata, ovvero con 2 file sovrapposte di listelli sottostruttura fissate perpendicolari tra loro.

Per i listelli struttura (chiamati anche magatelli) esistono diverse sezioni e tipi di legno, la scelta dipende dal tipo di decking che si vuole utilizzare, dalla zona geografica/atmosferica di utilizzo, ecc. Potete chiedere un consiglio agli esperti di Onlywood.it per orientarvi nella scelta. Di norma un magatello deve avere spessore doppio rispetto al pavimento, ad esempio se posiamo un pavimento da esterno spessore 2 cm. il corrispondente magatello dovrebbe avere spessore 4 - 4,5 cm.

 -  Per sagome particolari, ovvero quando la superficie del pavimento sopraelevato non è un semplice rettangolo ma presenta una o più sagome fuori squadra, la struttura in magatelli deve seguire questa superficie, anche se questo comporta un lavoro più complicato di misura, taglio ed incastro dei magatelli stessi.

In ogni caso la posa del pavimento va sempre effettuata per file e non per colonne, ovvero partire con una fila ed arrivare fino alla fine della superficie, affiancando in testa 2 o più listoni se necessario.

 N.B. Se posi su ghiaia o sabbia, ricordati di bagnare abbondantemente e rendere il terreno piano prima di iniziare a costruire il soppalco. Dovrai, inoltre, acquistare una cornice perimetrale per assicurarti la stabilità della struttura in caso di forte vento.

 

PAVIMENTI PER ESTERNI

 

 

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

SUBITO PER TE IL 5% DI SCONTO!

Rimani sempre informato sulle nostre Offerte in esclusiva e le Novità in anteprima assoluta!

 

Iscriviti subito!